Società a Responsabilità Limitata Semplificata (SRLS)

La società a responsabilità limitata semplificata (S.R.L.S.) è un sotto-tipo della società a responsabilità limitata (S.R.L.), istituita dall’articolo 3 del Decreto Legge 24 gennaio 2012, n° 1, con la finalità di semplificare la costituzione delle società di capitali, in particolare le società a responsabilità limitata, che ne rappresentano la tipologia più diffusa. Dopo numerose modificazioni, integrazioni ed abrogazioni succedutesi in un breve lasso di tempo, fino al D.L. 28 giugno 2013, n° 76, la S.R.L.S. ha le seguenti caratteristiche fondamentali:

  • Il capitale sociale può variare tra un minimo di 1,00€ e un massimo di 9.999,99€, e può essere costituito solamente da conferimenti in denaro (e non da crediti o beni in natura come per le S.R.L. “normali”).
  • Il socio unico o i soci devono essere persone fisiche.
  • Il socio unico o i soci non devono avere requisiti di età particolari (in precedenza si distingueva tra soci sotto e sopra i 35 anni di età).
  • L’amministratore unico o gli amministratori possono essere soci o soggetti terzi (non soci).
  • L’atto costitutivo della società è redatto come atto pubblico e secondo il modello standard tipizzato con apposito decreto del Ministro della giustizia (23 giugno 2012, n°138), pertanto non è possibile inserire ulteriori clausole statutarie.
  • L’onorario notarile per la costituzione con atto pubblico è gratuito, perciò molti Consigli notarili applicano un meccanismo di rotazione per attribuire la prestazione.
  • I diritti e i bolli camerali per l’iscrizione presso il Registro delle Imprese non sono dovuti.
  • Sono invece dovuti:
    • L’imposta di registro pari ad  € 200,00
    • Il diritto annuo camerale per la sede pari ad € 200,00  € 130,00 € 120,00 (+ eventuali unità locali)
    • Le tasse di concessione governativa per la vidimazione iniziale ed annuale pari ad € 309,87
    • I diritti e i bolli camerali per il deposito del bilancio annuale d’esercizio pari a € 127,00
    • I diritti per l’inizio attività presso la sede o un’unità locale pari ad € 30,00 + eventuali diritti di segreteria comunali per la Segnalazione Certificata di Inizio Attività + onorario
    • Il canone annuale per il servizio PEC (a partire da € 5,00+IVA)
    • L’imposta di bollo sui libri sociali vidimati – € 16,00 ogni 100 facciate
    • I diritti di segreteria camerali per la vidimazione dei libri sociali – € 25,00

Riassumendo, la sostanziale e minima differenza tra SRL normale e semplificata, oltre al capitale sociale da 1€ a 9.999,99€ è in fase di costituzione, mentre tutti gli adempimenti contabili e fiscali previsti per la S.R.L. “normale” rimangono invariati anche per la S.R.L. semplificata (deposito annuale del bilancio di esercizio, dichiarazioni UNICO, IRAP ed IVA, comunicazione dati rilevanti ai fini IVA – spesometro, liquidazioni e versamenti IVA trimestrali o mensili, tenuta di contabilità ordinaria etc….) e dunque gli onorari sono allineati ad quelli di una S.R.L. tradizionale.

Anche le imposte sono le stesse di una S.R.L tradizionale: IRES 27,50% sull’utile fiscale (dal 2017 sarà 24,00%) e IRAP 3,90% sul valore aggiunto (aliquota normale).

Per avviare in brevissimo tempo una società a responsabilità limitata semplificata o tradizionale:

Contattaci ora!

Società a Responsabilità Limitata Semplificata (SRLS)

10 risposte

  1. OTTIMO

    RENATO TORTOLANI 26 luglio 2017 alle 10:32 #
    • Ringrazio per l’apprezzamento.
      Rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti, e ricordo che può ringraziarci con un like, un follow o un +1 (link sulla barra di navigazione).

      Tiziano D'Angelo 5 settembre 2017 alle 16:19 #
      • Salve scrivo dalla Puglia…come mai qui il mio commercialista continua a dirmi che il notaio si paga??? E che anche se fosse gratuito ci sono almeno le spese da dare al notaio pari a 500 euro? Grazie

        Michele 24 ottobre 2017 alle 18:25 #
        • Buongiorno Michele,

          Per la SRLS l’onorario notarile in sede di costituzione della società non è previsto per legge. In alcune circondari è il Consiglio Notarile ad indicare a rotazione il notaio per la stipula. Provi a contattare il Consiglio Notarile della sua zona.
          Vanno comunque saldate le spese anticipate relative a imposta di registro (200 €), diritto annuale (100 € o 120 € a seconda della Camera di Commercio), ed eventuale bollo camerale per la comunicazione di unico socio se si tratta di società unipersonale (65 €), per cui imposte, diritti e bolli da saldare direttamente al notaio sono compresi tra 300 € e 365-385 €).

          Rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti, e ricordo che può ringraziarci con un like, un follow o un +1 (link sulla barra di navigazione).

          Tiziano D'Angelo 25 ottobre 2017 alle 11:11 #
  2. salve, volevo sapere se per una s.r.l.s. va fatto il bilancio annuale, e il costo se compreso nel mensile al commercialista o è a parte?

    mario 7 maggio 2018 alle 17:38 #
    • Buongiorno Mario,
      Come può leggere nell’articolo, le differenze tra S.R.L. ordinaria e S.R.L.S. sono davvero ridotte. La normativa relativa alle S.R.L. ordinarie si applica quasi totalmente alle S.R.L.S.
      Infatti, va comunque redatto, approvato e depositato il bilancio annuale d’esercizio. A seconda dei limiti dimensionali potrà essere redatto con lo schema previsto per le micro imprese, in forma abbreviata o in forma ordinaria.
      Per quanto riguarda il costo per la redazione, dipende dal commercialista. Noi ad esempio siamo soliti distinguere gli importi a seconda delle attività svolte, pertanto la redazione e il deposito del bilancio sono distinti dalla tenuta della contabilità, dalla predisposizione e invio telematico dei dichiarativi fiscali (Dichiarazione IVA, REDDITI Società di Capitali, IRAP Società di Capitali, etc…).

      Rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti e per consulenza specifica sulla sua situazione personale, e ricordo che può ringraziarci con un like, un follow o un +1 (link sulla barra di navigazione).

      Tiziano D'Angelo 8 maggio 2018 alle 10:02 #
  3. Salve dr.D’Angelo, le scrivo in quanto avrei bisogno di alcune dritte riguardo al tipo di società da costituire; da un’azienda ci stiamo facendo produrre una crema dolce spalmabile il cui marchio è registrato c/ o una camera di commercio. Questa azienda produce anche per conto terzi. Il mio compito è procacciare clienti. Che tipo di società potrei costituire per limitare le spese non tanto di costituzione ma di gestione? Tenga conto che siamo due persone.

    Umberto Zitani 12 giugno 2018 alle 15:32 #
    • Buongiorno Umberto,
      Probabilmente la forma migliore, viste le premesse, è una società in nome collettivo o una società in accomandita semplice.
      Rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti e consulenza specifica, e ricordo che può ringraziarci con un like, un follow o un +1 (link sulla barra di navigazione).

      Tiziano D'Angelo 5 luglio 2018 alle 16:26 #
  4. Volevo sapere per favore la spesa per un bilancio di una srls

    Valeria 21 giugno 2018 alle 18:41 #
    • Le spese vive per il deposito presso il Registro delle Imprese ammontano a 129,70 € tra diritti e bolli.
      Per quanto riguarda l’onorario, dipende solitamente dai valori di bilancio.
      Rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti, e ricordo che può ringraziarci con un like, un follow o un +1 (link sulla barra di navigazione).

      Tiziano D'Angelo 5 luglio 2018 alle 16:14 #

Lascia un commento

* E' richiesto il consenso.

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consulenza online e preventivo

Chiamaci 049 656366










.

Condivisioni
Commercialista Online