bed & breakfast

Aprire un bed and breakfast

Aprire e gestire un’attività ricettiva di bed and breakfast

Breve Guida  per Aprire un bed and breakfast. I principali adepimenti normativi e fiscali, le condizioni base dei locali, i requisiti, il regime fiscale, i pagamenti, i controlli e la promozione della struttura ricettiva.

Studio Commercialista Dott. D’Angelo

www.dangelos.it – +39 049 656366

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

  • LEGGE NAZIONALE 29.03.2001 N. 135 – RIFORMA DEL SETTORE TURISTICO ;

  • LEGGE REGIONE VENETO 22.10.1999 N. 49 – TURISMO E STRUTTURE RICETTIVE, AGGIORNATA DAL T.U. LEGGI REGIONALI SUL TURISMO 04.11.2002 N. 33

  • LEGGE REGIONE VENETO 18.06.2013 N. 11 – SVILUPPO E SOSTENIBILITA’ DEL TURISMO VENETO E RELATIVI DECRETI ATTUATIVI

Articolo in corso di aggiornamento alla nuova normativa e relativi decreti attuativi dalle Regione Veneto per i Bed and Breakfast

1) QUALI SONO LE CONDIZIONI BASE DEI LOCALI ED I REQUISITI PER APRIRE UN BED AND BREAKFAST

Risiedere nell’abitazione in cui si intende operare il bed and breakfast; disporre al massimo di n. 3 camere ben arredate con letto/armadio/comodino/lampade/sedie/cestino; le camere doppie devono essere almeno di 14 mq. e le singole di 8 mq.; gli impianti dei locali devono essere conformi alla normativa vigente ai fini della sicurezza; il servizio deve essere erogato avvalendosi dell’organizzazione familiare; prima colazione con cibi e bevande preconfezionati senza alcuna manipolazione.

I servizi minimi previsti sono:

  • un servizio di bagno anche coincidente con quello dell’abitazione;

  • pulizia quotidiana dei locali;

  • fornitura e cambio della biancheria ad ogni cambio di cliente e minimo 2 volte a settimana;

  • fornitura di energia elettrica, acqua calda e fredda e se necessario il riscaldamento.

2) QUALI SONO I PRIMI DOCUMENTI

Denuncia di inizio attività su apposito modello diretta al Comune e all’Azienda Turismo competente per attività non imprenditoriale. Per attività saltuaria vi deve essere una interruzione di almeno 90 giorni per anno, anche se non continuativi. Entro 30 giorni l’Azienda Turismo effettua sopralluogo ai fini della rilevanza statistica dei posti letto, che vengono comunicati alla Regione e Provincia.

Alla domanda deve essere allegata autocertificazione riguardante i requisiti soggettivi posseduti dal titolare ai fini del Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza (non aver riportato condanne > 3 anni, non essere delinquente abituale, etc.).

Entro il 1° ottobre di ogni anno va fatta comunicazione all’Azienda Turismo su apposito modulo dei prezzi minimi e massimi praticati per l’anno successivo e il periodo di apertura. La stessa comunicazione va fatta per il numero di persone alloggiate durante l’anno ai fini puramente statistici.

3) SE SI E’ IN UN CONDOMINIO C’E’ QUALCHE LIMITE

Non vi è alcun limite, quale delibera assembleare di autorizzazione, anche alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 369 del 14.11.2008 che si è espressa al riguardo.

4) QUALE E’ IL REGIME FISCALE DI INCASSI E SPESE

Trattandosi di attività occasionale non vi è alcun obbligo di avere la partita iva, quindi nessuna scrittura contabile obbligatoria. Il reddito imponibile conseguito, differenza tra incassi e pagamenti secondo il principio di cassa, ai fini fiscali è considerato un reddito diverso, quindi denunciato nell’apposito riquadro della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche. I corrispettivi conseguiti sono considerati derivanti da attività commerciale non esercitata abitualmente. Tale tipo di reddito sconta la sola imposta Irpef e relative addizionali, regionale e comunale, e niente Irap.

Il D.Lgs. 23/2011 all’art. 4 dà la possibilità ai comuni di introdurre un’imposta di soggiorno, prevista anche per questo tipo di attività.Per il Comune di Padova, per esempio, l’imposta è di 1 (un) euro/notte per persona per un massimo di 5 notti.

5) CI SONO PARTICOLARI INQUADRAMENTI PER I COLLABORATORI

Come prima accennato, nello svolgimento della propria attività di bed and breakfast il titolare si deve avvalere della propria organizzazione familiare, non vi sono particolari inquadramenti per i suoi collaboratori.

6) CI SONO PROBLEMI SE SI HA UN ALTRO LAVORO

Nessun problema solo che il reddito derivante da questo tipo di attività farà cumulo con altri eventuali redditi.

7) COME CONVIENE REGOLARSI CON I PAGAMENTI DEI CLIENTI DEL BED AND BREAKFAST

I pagamenti dei clienti possono essere fatti per contanti fino a 999,99 euro, per importi superiori è obbligatorio il pagamento mediante mezzi di pagamento tracciabili, per esempio tramite carta di credito, bonifico bancario e assegni bancari non trasferibili. Comunque è sempre consigliabile non farsi pagare per contanti anche se di importi inferiori ai 999,99 euro. Si consiglia sempre il rilascio di una ricevuta con i dati anagrafici del cliente. Se l’importo è superiore a 77,47 euro occorre apporre sulla ricevuta una marca da bollo da 1,81 euro.

8 ) CONTROLLI DI LEGGE

All’inizio vi sarà l’accesso da parte della locale Azienda Turismo per la verifica dei posti letto.

E’ obbligatorio apporre nella camera una tabella riportante i prezzi minimi e massimi praticati.

Consiglio anche l’apposizione di un cartello indicante le vie di fuga in caso di emergenza.

Ai sensi dell’art. 109 Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza entro 48 ore bisogna comunicare alla Questura i nominativi delle persone alloggiate. E’ consigliabile far redigere al cliente una scheda riportante tutti i suoi dati anagrafici e gli estremi di un suo valido documento di riconoscimento.

La scheda va fatta firmare dal cliente.

9) PER UN BUON REDDITO QUALE E’ IL LIVELLO MINIMO DI OCCUPAZIONE DELLE STANZE DEL BED AND BREAKFAST

L’attività viene svolta in maniera non continuativa, quindi per 275 giorni 90 giorni l’anno (come modificato dalla nuova normativa regionale del Veneto). Non ci troviamo in presenza di costi fissi riferibili alla suddetta attività ma solo di costi variabili legati alla presenza o meno di ospiti nelle stanze, per cui non vi è alcun problema di occupazione minima delle stanze.

10) STRUMENTI DI PROMOZIONE

Si consiglia un proprio sito web, inoltre l’inserimento in motori di ricerca per bed and breakfast indicando i propri prezzi minimi e massimi praticati.

Alternative

Se la struttura del bed and breakfast non è adatta per il vostro immobile, un’alternativa per l’attività occasionale è la locazione breve ad uso turistico.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi al nostro studio tramite la pagina Contatti

Etichette: , , , , , ,

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

* E' richiesto il consenso.

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consulenza online e preventivo

Chiamaci 049 656366










.

Condivisioni
Commercialista Online