Modello F24

Presentazione F24 Agenzia Entrate dal 1° ottobre

Cosa cambia per la presentazione F24 Agenzia Entrate dal 1° ottobre

Il cosiddetto “Decreto Renzi” (Decreto Legge n°66 del 2014, convertito in Legge n°89 del 2014) stabilisce che:

A decorrere dal 1° ottobre 2014, fermi restando i limiti già previsti da altre disposizioni vigenti in materia, i versamenti di cui all’art. 17 del D.Lgs 241/1997, sono eseguiti:
– esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, nel caso in cui, per effetto delle compensazioni effettuate, il saldo finale sia di importo pari a zero;
– esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui siano effettuate delle compensazioni e il saldo finale sia di importo positivo;
– esclusivamente mediante i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate e dagli intermediari della riscossione convenzionati con la stessa, nel caso in cui il saldo finale sia di importo superiore a mille euro.

In breve, le principali novità per la presentazione F24 Agenzia Entrate dal 1° ottobre sono:

  1. l’estensione ai non titolari di partita IVA (persone fisiche private) dell’obbligo di versamento telematico (nelle varie modalità riepilogate più sotto) dei modelli F24 per importi a debito con compensazioni di qualsiasi importo oppure senza compensazioni ma di importo superiore a 1.000,00 €;
  2. l’introduzione, per tutti i contribuenti, dell’obbligo di versamento diretto tramite i canali dell’Agenzia o indiretto tramite intermediari abilitati, per i soli modelli F24 con saldo pari a zero, scaturenti da compensazioni con crediti.

Delega a zero

La cosiddetta “delega a zero” è una tipologia di versamento con la quale il debito d’imposta da versare viene compensato totalmente con un credito d’imposta preesistente, senza necessità di un esborso monetario.
Ad esempio: il contribuente ha un credito IRPEF di 1.000,00 € e deve versare un importo IMU a debito di 200,00 €. Perciò, la delega conterrà un utilizzo di credito IRPEF per 200,00 € con il quale viene versato il debito IMU di 200,00 €. Il saldo monetario è quindi pari a zero.

Saldo a debito con compensazione

La delega con saldo a debito con compensazione si ha invece nel caso in cui il debito d’imposta da versare sia compensato solo in parte con il credito d’imposta preesistente, con necessità di un esborso monetario.
Ad esempio: l’importo IMU da versare è di 1.500,00 € mentre il credito (utilizzabile o che vogliamo utilizzare in parte) è di soli 1.000,00 €. Il saldo quindi sarà a debito per 500,00 €.

Le modalità di versamento dal 1° ottobre 2014

Le possibili modalità di versamento si distinguono in:

  • cartaceo presso banche ed uffici postali. Dal 1° ottobre è possibile utilizzare questa modalità solamente per deleghe con saldo a debito senza compensazioni di importo inferiore a 1.000,00 €.
  • telematico nelle sue varie forme, Si suddivide in:
    • home banking: è utilizzabile dai contribuenti per il versamento di tutte le deleghe a debito, eccetto quelle con saldo a zero. Il contribuente accede al proprio conto corrente bancario o postale via Internet (sito web, applicazione mobile, etc…) e tramite le procedure predisposte dal proprio Istituto, provvede a compilare la delega
    • canali dell’Agenzia delle Entrate: con i quali è possibile il versamento di tutte le deleghe sia a debito che con saldo a zero. Si tratta di:
      • F24 web: è utilizzabile dai contribuenti iscritti ai servizi Fisconline o Entratel, titolari di un conto corrente bancario (convenzionato) o postale. La compilazione, il controllo e l’invio in questo caso avviene interamente via web, mentre l’addebito è diretto sul conto corrente.
      • F24 online: è simile al servizio F24 web, ma la compilazione avviene mediante un apposito software di compilazione e controllo da installare sul proprio PC, mentre l’invio avviene tramite il servizio Fisconline o Entratel.
      • F24 cumulativo: è la modalità prevista per l’invio dei modelli di versamento da parte degli intermediari abilitati alla trasmissione (come lo Studio D’Angelo), in modalità cumulativa (cioè un flusso elettronico contenente i modelli di versamento di più contribuenti), mediante il servizio Entratel. Ha la particolarità di prevedere l’addebito diretto sul conto corrente del contribuente, o in alternativa sul conto corrente dell’intermediario. L’addebito sul conto dell’intermediario è una modalità interessante per i contribuenti magari privi di conto corrente che devono effettuare versamenti di deleghe a zero di importo inferiore ai 1.000,00€ per mezzo di contanti oppure per i contribuenti che devono versare importi oltre i 1.000,00 mediante mezzi di pagamento tracciabili (assegni, carte di pagamento, etc…), diversi dal proprio conto corrente.

Come iscriversi al servizio Fisconline

Il servizio Fisconline è l’apposito canale dell’Agenzia delle Entrate per tutti i contribuenti persone fisiche (non intermediari) e per le persone giuridiche che inviano modelli 770 fino a 20 sostituti d’imposta.
Per i restanti casi è necessaria l’iscrizione al servizio Entratel, del tutto simile a Fisconline.

Per l’abilitazione al servizio, è possibile richiedere il PIN online qui. Effettuata la registrazione, viene comunicata immediatamente la prima parte del PIN mentre la password e la seconda parte del PIN saranno recapitate al proprio domicilio a mezzo posta.
Ulteriori modalità sono il telefono con chiamata al numero 848.800.444 oppure direttamente presso un locale ufficio dell’Agenzia delle Entrate, presentando un documento di identità. Le modalità di rilascio di PIN e password sono identiche alla richiesta online.

Oltre al pagamento dei modelli F24 tramite F24 web o F24 online, sono offerti numerosi altri servizi.

Ricapitolando, una tabella delle possibili modalità di versamento:

SOGGETTO

F24

MODALITA’

Partita iva

a saldo zero

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo

a debito con compensazione; qualunque importo

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking

a debito senza compensazione; qualunque importo

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking

Privato

a saldo zero

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo

a debito con compensazione; importo superiore ad € 1.000

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking

a debito con compensazione importo inferiore ad € 1.000

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking

a debito senza compensazione; importo inferiore € 1.000

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking, cartaceo

a debito senza compensazione importo superiore ad € 1.000

F24 on line, F24 web, F24 cumulativo, home banking

Fonte tabella: ECNews.it

Lo Studio D’Angelo si rende disponibile per la presentazione telematica delle deleghe F24 in qualità di intermediario abilitato alla trasmissione, previa compilazione di un’apposito mandato, che qui riportiamo (o che vi verrà recapitato già precompilato semplicemente comunicandoci il vostro IBAN). Per ulteriori informazioni:

Contattaci ora!

Ancora nessun commento.

Lascia un commento

* E' richiesto il consenso.

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Consulenza online e preventivo

Chiamaci 049 656366










.

Condivisioni
Commercialista Online